PREPARAZIONE

Sono necessarie le migliori materie prime per produrre una birra come Sonnenberg:
acqua, cereali, luppolo e lievito
provengono da fornitori e produttori attentamente selezionati. Il nostro mastro birraio controlla sia la qualità che l’origine dei prodotti e segue il processo produttivo della birra con continue campionature. Dall’ammostatura (la mescola del macinato di malto con la nostra acqua cristallina) all’imbottigliamento sono necessari nove passi.
Nel processo di ammostatura 4.160 kg di malto macinato sono gradualmente riscaldati insieme a 14.500 litri d’acqua, sin quando la mescola raggiunge una temperatura di 78°C. Nel frattempo l’amido presente nel malto si è trasformato in maltosio fermentabile. L’estrazione dell’aroma (grado plato) richiede tempo: dura otto ore, ovvero fino a quando si forma il mosto. In una cottura la birreria produce di 23.000 litri di birra, dove la quantità settimanale è di 410.000 litri, mentre la produzione annuale ammonta a circa 200.000 ettolitri di birra.
Nel tino di decantazione sono separate le parti solide dell’ammostatura da quelle liquide. Il primo liquido che esce dal tino di decantazione è chiamato dal mastro birraio “primo mosto”. Rimangono le trebbie, che vengono lavate con acqua calda. Le trebbie sono usate da agricoltori e allevatori per l’alimentazione del bestiame.
Nella caldaia il mosto è cotto per un’ora e ridotto alla concentrazione necessaria (ebollizione). Con molta sensibilità il mastro birraio aggiunge alla miscelazione il terzo ingrediente importante, vale a dire il luppolo aromatico. La quantità e la miscela di luppolo sono un segreto ben protetto del birrificio e determinano il sapore e il gusto amaro. Alla fine della cottura il liquido viene misurato per controllare il processo di cottura.


Mediante l’aggiunta di lievito di coltivazione selezionata (circa 1 litro di lievito di birra per 100 litri di mosto) nella cantina di fermentazione avviene la fermentazione alcolica. Dallo zucchero di malto si formano l’alcol e l’anidride carbonica, oltre ad ulteriori 100 diversi prodotti derivanti dal processo di fermentazione. Essi conferiscono alla birra Sonnenberg l’odore ed il sapore tipici.
L’accurato controllo della temperatura in unione ad una verifica quotidiana e scrupolosa, forniscono informazioni sui singoli stadi della fermentazione nelle sei cisterne di fermentazione. Al lievito occorrono circa sette giorni per trasfor mare tutto lo zucchero di malto. Alla fine della fermentazione, il mosto si è trasformato nella cosiddetta “birra giovane”. Dopo la fermentazione principale, la birra giovane non è ancora matura. Per questo viene posta nella cantina, dove, al fresco, può maturare grazie al metabolismo del lievito (maturazione). La birra matura in 14 serbatoi, dove le tempera ture variano da + 5 ° a – 1 ° C. Ognuno di questi serbatoi ha una capacità di 175.000 litri di birra. Durante questo periodo, prendono corpo sapore e gusto (importantissimi, naturalmente) mentre gli aromi indesiderati sono trasformati con attenzione. Con circa 30 giorni diamo alla nostra birra tutto il tempo necessario per maturare. Dopo 30 giorni, la birra stagionata è pronta per essere bevuta e gustata. Ma essa comprende ancora una serie di particelle, che hanno un effetto negativo sulla conservabilità e conferiscono alla birra un aspetto torbido. Queste particelle
– soprattutto lievito e proteine – sono pertanto tolte mediante filtrazione.

Phone: 031.561 291
Fax: 031.561 396
Via Adige, 16
Senna Comasco (CO) 22070